domenica 24 aprile 2016

Zuppa di pesce facile e veloce

Preparazione 10 minuti, Cottura 30 minuti


Sono andata dal mio pescivendolo di fiducia per comprare la rana pescatrice per i miei bimbi, è il loro pesce preferito, ma, non avendo neanche una vaga idea per il pranzo, era già mezzogiorno, ho preso, oltre alla rana pescatrice, delle seppioline e dei gamberoni (ho fatto pulire tutto dal pescivendolo per far prima), pensando di realizzare una mini zuppa di pesce. Detto fatto, ed il pranzo è stato superiore alle previsioni.
Non ho calcolato le calorie perché non so il peso dei singoli pesci, comunque è un piatto molto light!

Ingredienti per 4 persone:
8 seppie di piccole dimensioni (pulite e tagliate a striscioline), 12 gamberoni sgusciati, 1 coda di rospo (rana pescatrice) pulita e tagliata a pezzetti, 1/2 litro di passata di pomodoro (io ho scelto quella di pomodori pachino), 1/2 bicchiere di vino bianco, 1 cipolla piccola, 1 spicchio d'aglio, prezzemolo, 1 carota, 1 gambo di sedano, sale, pepe (o peperoncino), 50 ml di olio evo.

Preparazione:
Tagliate finemente la cipolla, il sedano e la carota e metteteli in una pentola a soffriggere insieme allo spicchio d'aglio per qualche minuto, aggiungete il prezzemolo, le seppie e la coda di rospo e fateli rosolare per qualche istante, sfumate con il vino (fatelo evaporare), unite la passata di pomodoro e 1/2 bicchiere d'acqua e lasciate cuocere per circa 20 minuti mescolando di tanto in tanto. Trascorso questo tempo togliete lo spicchio d'aglio e unite i gamberoni, fate cuocere per altri 10 minuti. Aggiustate di sale e pepe (oppure unite fin dall'inizio della cottura del peperoncino piccante). Servite con pane tostato (se volete).

mercoledì 20 aprile 2016

Flan di lattuga, spinaci e curcuma

145 calorie a porzione
Preparazione 20 min. Cottura 30 min.


Ingredienti per 8 pezzi:
200 g di lattuga, 200 g di spinaci, 1 cipolla dorata, 1 scalogno, 50 ml di olio evo, pepe macinato fresco, 1 pizzico di noce moscata macinata fresca, 1/2 cucchiaino di curcuma, 2 cucchiaini di fogliette di timo fresco tritate, 5 uova grandi, 100 ml di panna leggera, 70 g di emmentaler, 50 g di parmigiano reggiano grattugiato, sale.

Preparazione:
Lavate la lattuga, asciugatela e tagliatela a striscioline. Sbollentate gli spinaci, in acqua bollente salata, per 1 minuto circa, fateli sgocciolare bene, strizzateli e tagliateli grossolanamente. Sbucciate la cipolla e lo scalogno e sminuzzateli. In un'ampia padella antiaderente fate scaldare l'olio evo e mettetevi ad appassire lo scalogno con la cipolla, unite la lattuga e continuate la cottura a fiamma moderata per 5 minuti a questo punto aggiungete anche gli spinaci e lasciate rosolare per altri 2 minuti, insaporite con pepe, noce moscata e curcuma, aggiustate di sale. Spegnete il fuoco e lasciate intiepidire.

Nel frattempo riscaldate il forno a 200° (statico NON ventilato). Sbattete le uova insieme alla panna e al parmigiano grattugiato, insaporite di sale, pepe e timo, aggiungete l'emmentaler sminuzzato e mescolate il tutto. Foderate con carta forno, bagnata e strizzata, uno stampo apribile (22 cm di diametro) e riempitelo iniziando con la metà delle verdure, proseguite con la miscela di uova e panna, poi di nuovo le verdure e concludete con il composto di uova e panna. Infornate e lasciate cuocere per 30 minuti circa.

Sfornate, fate raffreddare 5 minuti e servite.

La dieta si comincia sempre di lunedì


Quante volte abbiamo detto, agli altri, ma soprattutto a noi stessi, "la dieta si comincia di lunedì", ed ovviamente era un martedì. Poi c'è ancora la scusa delle vacanze, natale, pasqua, la settimana bianca,  il 1° maggio, il compleanno di un figlio, l'anniversario di matrimonio, l'anniversario del divorzio, insomma, a volerne trovare di scuse per posticipare il primo giorno di dieta dimagrante c'è solo l'imbarazzo della scelta.
I giorni passano e i chili, inesorabilmente, aumentano.
Se poi si è smesso di fumare, raggiungiamo l'apoteosi della mistificazione, con pensieri del tipo: "Non si può pensare alla dieta durante un momento così difficile" - "Già ho la forza di volontà per resistere al richiamo delle sigarette, figuriamoci se posso a quello di un cornetto con la crema" -  "Quando si smette di fumare s'ingrassa a prescindere, quindi, tanto vale, non starci a pensare e mangiare ciò che si vuole" - "Le mie amiche durante l'aperitivo fumano, io sono costretta ad ingurgitare centinaia di noccioline se non voglio accendermi una paglia (e di certo entrerei in depressione se dovessi rinunciare all'aperitivo)".

Frasi come queste, e molte altre ancora, vengono ripetute più volte al giorno nella nostra mente, finché ci si sveglia una mattina e si realizza di avere 10 chili in più con cui fare i conti. A volte, insieme alla consapevolezza che ti regalano le lancette della bilancia (che poi sono mesi che le guardi ogni giorno contando i chili in più), si unisce il fortunato caso che sia domenica, quindi? Come si può ignorare il fatto che domani sia lunedì? Ecco, proviamoci, evviva la domenica con il suo piatto di tagliatelle ai funghi porcini e la pizza al gorgonzola di sera davanti ad un bel film, ma da domani si comincia davvero!

Io da questo lunedì ho ripreso la dieta Atkins e sono motivata a continuare fino all'estate (2 mesi sembrano tantissimi ma volano), quindi mi è tornata la voglia di scrivere su questo Blog e di condividere le mie ricette dietetiche e sane con voi (mi aiuta anche a resistere alle tentazioni). Chi si vuole unire in questa sfida? Ovviamente non cominceremo tutti insieme, ma l'importante è motivarsi, una settimana prima o dopo non fa alcuna differenza,  poi oggi è mercoledì, e la dieta si comincia sempre di lunedì, o no?

Foto di vanityfair.it

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...