martedì 11 novembre 2014

Sformatino di melanzane e ricotta

410 calorie a porzione
preparazione 20 minuti Cottura 45 minuti


Io le melanzane le amo sempre e comunque, e, grazie anche alle mie origini siciliane le cucino in tanti modi diversi, ma stavolta la ricetta è tutta pugliese, dello chef Roberto Maurizio. Io a dire il vero ho apportato qualche personalizzazione, come sostituire la ricotta vaccina con una mista (metà di pecora) e la farina con la maizena. Buonissimi...e sempre: EVVIVA le melanzane. ;-)

Ingredienti per 6 persone:
4 melanzane scure e ovali, 800 g di ricotta mista (vaccina e pecora), 100 g di parmigiano reggiano grattugiato, 2 uova, 3 cucchiai di maizena, 40 ml di olio evo, noce moscata, 2 spicchi d'aglio, 1 peperoncino, 2 rametti di menta (se non la trovate sostituitela con basilico e prezzemolo), 3 cucchiai di pangrattato, sale e pepe.

Per la Dukan e la Atkins: usate solo ricotta magra, diminuite la dose del parmigiano, sostituite il pangrattato con crusca d'avena.

Preparazione:
Lavate e spuntate le melanzane, dopodiché togliete la buccia e tagliatele a tocchetti piccoli e regolari. In un'ampia casseruola antiaderente fate scaldare 3 cucchiai di olio, unite gli spicchi d'aglio interi ma schiacciati, il peperoncino, la menta sminuzzata (o il basilico e prezzemolo) e le melanzane, salate, mescolate e fate cuocere a fuoco basso per circa 15 minuti. Appena cotte togliete le melanzane dal fuoco, eliminate l'aglio e il peperoncino e con un frullatore ad immersione riducete in un purè omogeneo che dovete lasciare a raffreddare.
Mescolate in un'ampia ciotola, la ricotta con le uova, 80 g di parmigiano, un pizzico di sale, di pepe e di noce moscata. Lavorate bene il tutto con una frusta, finché non giungerà ad avere una consistenza omogenea e molto gonfia. A questo punto unite anche la maizena e la purea di melanzane fredda, mescolate ancora con cura.
Distribuite il composto in 6 stampini monoporzione, unti con un po' d'olio e ricoperti sul fondo e sulle pareti di pangrattato, cospargete la superficie del rimanente parmigiano e cuocete in forno già caldo a 180° per 30 minuti, finché non risulteranno dorati in superficie. Fate raffreddare qualche minuto dopodiché estraeteli dagli stampini. Servite gli sformatini tiepidi o freddi, e, se vi piace, con una dadolata di pomodorini pachino conditi con un filo d'olio, capperi e menta o basilico.

lunedì 10 novembre 2014

Vellutata di sedano, porri e patate

182 calorie a porzione
Preparazione 15 minuti Cottura 30 minuti


Bloccata in casa con i miei bimbi per influenza (cominciamo con i primi mali di stagione), guardando fuori dalla finestra si vede solo grigio e pioggia, cosa c'è di meglio per coccolarsi di una calda, profumata e confortante vellutata? Non potendo uscire per fare la spesa mi sono accontentata di quello che c'era in frigo, ma il risultato è stato tutt'altro che deludente. Un gustoso, sano e completo piatto unico.

Ingredienti per 4 persone:
400 g di porri, 2 scalogni, 2 coste di sedano, 300 g di patate, 30 ml di olio evo, 1 litro di brodo vegetale, 2 foglie di alloro, 1/2 cucchiaino di timo, un ciuffo di prezzemolo, 50 ml di panna light.

Preparazione:
Sbucciate gli scalogni e tagliateli finemente. Lavate i porri e il cuore di sedano e tagliateli a rondelle. Pelate e tagliate a cubetti le patate. In una pentola mettete a scaldare l'olio dopodiché unite le verdure (tranne le patate) e fatele rosolare per qualche minuto mescolando di continuo, dopodiché aggiungete le patate, le spesie, coprite con il bordo vegetale e lasciate cuocere per circa 20 minuti. Eliminate le foglie d'alloro, frullate il tutto e aggiungete la panna, aggiustate di sale se necessario e fate cuocere per qualche altro minuto. Servite spolverizzando con pepe nero macinato sul momento e, se volete, aggiungendo crostini o schiacciatine (come nel mio caso).

venerdì 7 novembre 2014

Torta light di frittatine alle verdure

245 calorie a porzione
Preparazione 25 minuti Cottura 30 minuti


Un giorno, mentre girovagavo su facebook, ho trovato un video in turco (credo) su questa torta di frittatine, l'ho guardato con attenzione, ho cercato di capire gli ingredienti e ho pensato: <<poi lo realizzo in versione più leggera>>. E' passato un po' di tempo, il video non so dove sia sparito, ma io con i ricordi e un pizzico di fantasia ho realizzato questa versione. Vi dirò solo il commento di mio marito: <<Piatto di alto livello>> :-). Spero piaccia anche a voi (mio marito è di parte, si sa).
Ho descritto la preparazione passo per passo, fidatevi, è più semplice di quanto possa sembrare.

Ingredienti per 6 persone:
6 uova, 1 peperone rosso (sui 300/350 grammi), 1 zucchina abbastanza grande (o due piccole), 1 scalogno, 1 cipolla rossa, 200 g di philadelphia light, 2 cucchiai abbondanti di yogurt greco Total 0%, 3 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato, 1 cucchiaio di pecorino romano grattugiato (se non lo trovate sostituitelo con il parmigiano reggiano), sale, pepe, 4 cucchiai di olio evo, prezzemolo.

Per la versione Dukan: diminuite (o eliminate) la dose del parmigiano 

Preparazione:
Lavate, spuntate e tagliate a cubetti molto piccoli le zucchine (1/1,5 cm), lavate ed eliminate picciolo verde, semi e filamenti interni dei peperoni, dopodiché tagliateli a listarelle, riducendoli alla lunghezza di 2 cm massimo. Sminuzzate finemente la cipolla e lo scalogno. In una padella mettete due cucchiai di olio e, non appena sarà caldo fate appassire per qualche minuto lo scalogno, dopodiché aggiungetevi le zucchine, e un pizzico di sale, coprite e lasciate cuocere, girando di tanto in tanto, per circa 10 minuti (controllate voi stessi la cottura). In un'altra ampia padella a bordi alti fate scaldare il rimanente olio e mettete a soffriggere la cipolla, una volta dorata aggiungete i peperoni, un filo d'acqua e un pizzico di sale e continuate la cottura finché i peperoni non saranno ben cotti (circa 20 minuti), se dovesse asciugarsi troppo aggiungete un altro poco di acqua.
Preparate due capienti ciotole, e suddividete in ognuna le uova (3 e 3), aggiungete un po' di sale e del pepe nero, sbattete un po', a questo punto unite in una ciotola il composto di zucchine e nell'altra quello con i peperoni. Sbattete energicamente fino ad ottenere un composto bene amalgamato.
Fate scaldare una padella antiaderente del diametro di circa 22 cm e una volta raggiunta il giusto calore mettete qualche cucchiaio (meglio se adoperate quelli grandi da insalata) di composto d'uovo (ovviamente non mischiando i due tipi), dovete spalmarlo nella padella come quando si fanno le crepes e aspettare che la frittatina si stacchi dai bordi per girarla, aiutandovi con una paletta, state molto attenti a non romperle (io utilizzo per praticità la padella antiaderente doppia, quella che si capovolge e ti gira la frittata), comunque alla fine dovrete ottenere delle frittatine alte circa 1 cm. Se non avete la padella per la cottura senza grassi potete optare per cuocere le frittatine in forno, foderate la teglia del forno con carta forno bagnata e ben strizzata, versatevi il composto di uova (a cui avrete aggiunto 5 cucchiai di latte) e cuocete in forno già caldo a 180° per circa 10 minuti, poi tagliate a metà i due rettangoli di frittate e realizzate una torretta quadrata (tipo mattonella di frittatine).
Fate raffreddare per qualche minuto le frittatine. 
In un'ampia ciotola mettete il philadelphia, lo yogurt, i formaggi grattugiati, il prezzemolo sminuzzato finemente, sale, pepe e sbattete energicamente con una forchetta, finché non risulti un composto liscio ed omogeneo. 

A questo punto componete la torta di frittatine. In un piatto da portata mettete la prima frittatina di zucchine, sopra spalmatevi il composto di formaggi, continuate con la frittatina di peperoni e nuovamente il formaggio, e così via. Decorate con foglioline di prezzemolo. 
E' buonissima anche fredda. 

Volete provare un'altra torta di frittate? Eccovi un'altra prelibatezza. :-) 

Per la ricetta cliccate qui.


giovedì 6 novembre 2014

Frittata light ai fiori di zucca, al forno

240 calorie a porzione
Preparazione 15 minuti Cottura 40 minuti


Ho comprato i fiori di zucca per cucinarli al forno in pastella, un disastro! Non so dove ho sbagliato ma erano davvero deludenti. Così il giorno dopo il "pappone" di fiori di zucca "impastellati" sono tornata dal mio fruttivendolo e ne ho comprati altri 12, il desiderio andava soddisfatto. Stavolta però ho deciso di andare sul classico, una frittata. In questo caso ho aggiunto la patata per renderlo un pasto più completo (per i miei bimbi) e la zucchina perché ce l'avevo in frigo da consumare. Ovviamente potete omettere entrambi gli ingredienti (se seguite la Atkins o la Dukan dovete omettere comunque la patata) e realizzarla solo con i fiori di zucca.

Ingredienti per 4 persone:
6 uova, 12 fiori di zucca, 3 cucchiai di grana grattugiato, 1 cucchiaio di pecorino, 2 cucchiai abbondanti di yogurt greco Total 0%, 100 g di mozzarella light, spezie (maggiorana, basilico e prezzemolo), 1 zucchina, 1 patata piccola, sale e pepe.

Preparazione:
Lavate, pelate e tagliate a pezzettini la zucchina e la patata, infine cuoceteli al vapore (circa 5 minuti la zucchina e 10/15 la patata), vi allego alla fine del post una scheda che ho trovato sul Web e che vi aiuterà con i tempi di cottura delle verdure (al vapore, microonde o classica bollitura), se volete la versione tradotta cliccate qui.

Sgusciate le uova in una ciotola e sbattetele con il sale e il pepe, dopodiché unite il grana, il pecorino, lo yogurt greco, la mozzarella tagliata a cubetti piccolissimi, la zucchina, le spezie sminuzzate e i fiori di zucca, privati del gambo e del pistillo, tagliati a pezzi piuttosto piccoli. Lavorate il composto finché non risulti liscio ed omogeneo, dopodiché
versatelo in uno stampo rotondo foderato con carta forno bagnata e ben strizzata. Ponete in forno già caldo a 200° per circa 25 minuti, se la superficie dovesse dorarsi al punto giusto ma la frittata risultasse ancora troppo “liquida”, copritela con dell'alluminio e lasciate che cuocia fino a quando, facendo la prova stuzzicadenti, non risulti ben cotta. Servite la frittata calda o fredda.


lunedì 3 novembre 2014

Gratin di patate alla dauphinois light

225 calorie a porzione
Preparazione 20 minuti Cottura 50 minuti

Questa ricetta è un piatto francese originario dell'antica provincia del Delfinato. Spulciando di qua e di la ho scoperto che la ricetta originale non prevede l'uso del formaggio che, invece, in quasi tutte le varianti dei vari siti di cucina, comprendono. In realtà se emmental o gruyère grattugiato, si cambierà ricetta, realizzando delle ottime patate gratin savoyard. Ma bando alle ciance, avevo una gran voglia di patate ma non volevo qualcosa di lungo e complicato da realizzare, così ho cominciato a pelarle con il mio mitico attrezzo e le ho poi tagliate a fettine sottili, latte magro, poca panna (e light), niente burro ed ecco una versione leggera della famosa e antica ricetta (non me ne vogliano i cugini francesi).

Ingredienti per 6 persone:
1 kg di patate di ottima qualità e pasta compatta (non a pasta gialla), 500 ml di latte magro, 250 ml di panna light, 1 testa d'aglio,  noce moscata, sale e pepe.

Preparazione:
Lavate, pelate e tagliate a fette sottili (circa 1,5 mm) le patate. In una capiente pentola mettete la panna, il latte, la noce moscata, la testa d'aglio, il sale e il pepe, accendete il fuoco al minimo e aggiungete le patate, lasciate cuocere a fiamma bassa per 10 minuti.
A questo punto spostate le patate, prelevandole con un mestolo forato, in una teglia foderata con carta forno (bagnata e ben strizzata), eliminate l'aglio dalla pentola e lasciate cuocere, alzando un po' la fiamma, il latte con la panna per altri 5 minuti.
Versate il composto sopra le patate e ponete in forno già caldo a 180° per circa 40 minuti, le patate devono risultare tenere. Fate riposare qualche minuto prima di servire.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...